Una tre giorni intensa di lavoro per la delegazione degli Imprenditori Italiani in Svizzera composta da 40 associati e guidata dal presidente Fernando Catalano. Il 24/09 visita alla Maserati, prestigiosa e storica fabbrica di auto sportive del gruppo Fiat diretto da Luca Cordero di Montezemolo. La cordiale accoglienza e la disponibilità da parte dei funzionari della Maserati hanno caratterizzato l’intera giornata e reso gradevole la permanenza dei delegati. La Casa del Tridente non si distingue solo per le proprie autovetture, di prestigio ed elevate prestazioni, ma per ogni particolare che la riguarda, dalla produzione, altamente innovativa, al nuovo showroom. È proprio all’interno della nuova esposizione che si respira, chiara, la stretta corrispondenza tra modernità e tradizione, obiettivo primario dell’azienda. La delegazione dell’Assoii-Suisse, accolta nel nuovo spazio espositivo della Maserati, ha potuto ammirare le eleganti linee, disegnate da Pininfarina, delle più recenti auto prodotte e toccare con mano la classe dei loro interni. Il progetto di scambio culturale tra la delegazione Assoii-Suisse e Maserati, poi, tema costante dell’intera visita, è servito da ponte per una fase successiva di lavoro promozionale. Ciò porterà, entro tempi brevi, le due autorevoli realtà imprenditoriali ad una cooperazione feconda e razionale, nel segno dell’ottimismo, stimolo necessario per guardare con fiducia al futuro, specie in un settore come l’auto alle prese con una difficile congiuntura economica e colpito dalla crisi.
L’incontro successivo, a poca distanza in termini chilometrici, da “Amarcord” puro: una emozionante visita visita al il signor Panini in persona, l’ideatore e padre delle omonime figurine e quindi visita al suo personale “Museo Panini”, dove il gruppo, entusiasta, ha avuto modo di ammirare auto e moto d’ epoca rigorosamente e orgogliosamente conservate. Il viaggio della delegazione è proseguito, il 25/09, alla volta di Pesaro dove risiede, dal 1961, la Scavolini S.p.A. azienda leader in Italia, nel settore dei mobili da cucina, e presente, a livello mondiale, in oltre 50 nazioni. Ad accogliere i delegati il Cavalier Valter Scavolini, fondatore dell’azienda insieme al fratello Elvino.
Dopo le consuete presentazioni, il Presidente dell’Assoii-Suisse Fernando Catalano consegna a Valter Scavolini, che accetta con straordinario entusiasmo, la tessera ad honoremdell’associazione. Durante la conferenza tra i vertici della Scavolini e la delegazione Assoii emergono chiari i profili e le politiche aziendali del gruppo che produce “la cucina più amata dagli italiani”. Oltre 550 dipendenti, 1.000 punti vendita in Italia, 300 all’estero e più di un milione di famiglie, al mondo, possessore di una cucina Scavolini. Sono numeri, tendenti a crescere, che riassumono l’enorme successo conseguito da un’azienda che entra nel cuore della casa, la cucina, scenario, caldo e sereno, di relazioni familiari e sociali. Altro elemento sostanziale, che ha contribuito allo straordinario sviluppo della Scavolini, è la comunicazione. Fa parte del credo di Valter Scavolini. L’utilizzo dei canali televisivi per fini pubblicitari con l’ausilio di testimonial importanti come Raffaella Carrà e Lorella Cuccarini, l’alta qualità e vivibilità di un prodotto realizzato a costi competitivi e il profondo rispetto per l’ambiente hanno contribuito, in maniera determinante, all’ingresso nelle case del marchio Scavolini. Altro fiore all’occhiello dell’azienda è l’abbinamento del proprio nome ad eventi sportivi, sotto forma di sponsorizzazioni in club di basket e volley, e culturali come il Rossini Opera Festival, in omaggio al grande compositore nato a Pesaro. Per accrescere e rafforzare le quote di mercato la Scavolini ha acquisito, nel lontano 1996, il marchio Ernestomeda che si rivolge a clienti di fascia medio/alta con prodotti raffinati e particolarmente curati a prezzi molto concorrenziali. I delegati dell’Assoii-Suisse hanno, nel pomeriggio del 25/09, visitato lo showroom della Ernestomeda apprezzando personalmente ogni minimo dettaglio delle strutture con cui sono realizzate le cucine. Il presidente Catalano ha illustrato al Cavalier Scavolini, ricevendone la totale approvazione, i futuri obiettivi dell’Assoii-Suisse sottolineando che l’impegno dovrebbe concentrarsi sulla cooperazione tra gli imprenditori italiani in Svizzera e le aziende disposte a beneficiare dei reali servizi, come sostegno attivo, base logistica ed ampia visibilità, che essa offre.
Catalano, durante il colloquio con Scavolini ha toccato il tema Europa. L’antico continente si trova di fronte a una svolta quasi epocale concepita dalla globalizzazione e dalle incalcolabili sfide lanciate dalle nuove economie. I cambiamenti che ne susseguono interessano ogni aspetto della vita delle persone e richiedono una trasformazione radicale del modo di operare. E’ necessario investire sulle risorse umane, aumentare le conoscenze ricorrendo a sempre più frequenti scambi interpersonali, realizzare un’economia sostenibile con nuovi e sempre migliori posti di lavoro e combattere l’esclusione sociale. Altro tema rilevante toccato nell’incontro è stato la solidarietà. Il nuovo modello di economia responsabile, ha sostenuto il presidente Catalano, dovrà tenere conto dei valori umani della solidarietà. Per Assoii-Suisse, la campagna “Aiutiamo l’Abruzzo”, ha rappresentato quasi un richiamo al dovere. Intensa è stata l’opera di soccorso offerta alle popolazioni colpite dal terremoto. Anche nel Cavalier Scavolini la concretezza delle azioni di Assoii-Suisse, tese a confortare le tribolazioni dei malcapitati connazionali, ha suscitato particolare interesse. Valter Scavolini s’è riservato di collaborare attivamente con l’associazione nelle prossime iniziative umanitarie. Immancabile, poi, la proverbiale ospitalità italiana unita all’offerta di degustazione dei tipici piatti regionali. Il Dott. Alberto Scavolini, nipote di Valter, ha ospitato, nella propria villa “Villa Montani di Ginestreto”, la quale funge da sede di rappresentanza della Scavolini SpA e della fondazione Scavolini, la delegazione dell’Assoii-Suisse offrendo il meglio della cucina marchigiana. Sulla riviera adriatica, in quel di Rimini poi, lo chef del Quartopiano Suite Restaurant ha stupito la delegazione dell’Assoii-Suisse offrendo loro un saggio delle squisitezze romagnole.
Dal presente progetto di scambio culturale, realizzato in collaborazione con Arredopiù della famiglia Pascucci, presenti sul territorio elvetico con cinque punti vendita Scavolini ed Ernesto Meda, sono sorte nuove e concrete basi tese ad aumentare la visibilità e la robustezza dell’Assoii-Suisse nello spirito dell’internazionalità, idea di fondo ispiratrice del programma illustrato, in sede di accettazione del mandato, dal presidente Fernando Catalano. Egli ringrazia calorosamente le aziende italiane ospitanti e i delegati dell’Assoii-Suisse dando loro appuntamento a nuove e fertili iniziative.

© Copyright 2017 All rights reserved. Webdesign by Desingo