Fernando Catalano, Presidente di Assoii-Suisse e Franco Frattini, Ministro degli Esteri Italiano, restituiscono il sorriso a 200 bambini del Comune abruzzese di Rocca di Mezzo.
Il ministro degli esteri italiano Franco Frattini ha ricevuto il 2 settembre u.s., nel suo studio alla Farnesina, la delegazione dell’Assoii-Suisse (Associazione Imprenditori Italiani in Svizzera) guidata dal Presidente Fernando Catalano. Ne facevano parte i delegati Massimo Miccoli ed Antonio Iacovazzo.
La delegazione giungeva da Rocca di Mezzo, comune abruzzese toccato dal sisma del 06 Aprile u.s., visitato in precedenza. Situato alle pendici del Monte Rotondo, in provincia dell’Aquila, il piccolo, ridente, comune (1.600 abitanti ca.) è stato colpito dal recente terremoto riportando ingenti danni alle strutture: nella vicina frazione di Rovere il campanile della chiesa è crollato. Il sindaco ing. Emilio Nusca e la gente del posto raccontano di una vita media decisamente alta e di un’ indice della criminalità pressoché nullo.
Il Presidente Catalano ha illustrato al ministro i progetti della potente Associazione che conta alcune centinaia di associati e crea molti posti di lavoro. Ha documentato il livello di crescita e sviluppo dell’imprenditoria italiana in Svizzera, i consensi che incontra tra la popolazione elvetica, ricevendo i personali complimenti di Franco Frattini per l’operato. La delegazione ha raccontato, poi, al Ministro le motivazioni del viaggio a Rocca di Mezzo: far giungere nel Comune abruzzese, laddove l’indimenticabile regista Federico Fellini ha girato alcune scene del film La strada, alcuni container speciali. Ha certificato e commentato la missione umanitaria che intenderebbe portare a termine ponendo in evidenza le problematiche relative ai costi del trasporto dei container, troppo elevati. Il Ministro, senza indugio alcuno, ha mostrato particolare sensibilità ed ha assicurato di contribuire al progetto fornendo, tramite le Ferrovie dello Stato, un notevole aiuto riferito al trasporto dei container speciali sul territorio italiano. Nei container, 200 bambini, troveranno uno spazio asilo e un luogo d’incontro, continueranno a giocare e sorridere.
Il Ministro Frattini s’è attivato presso la direzione delle Ferrovie dello Stato e la Protezione Civile. L’ing. Mauro Moretti, Amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, ha predisposto, gratuitamente, il servizio trasporto. La partenza del primo convoglio, da Zurigo, è avvenuta sabato 5 settembre. Il treno con i container, via Domodossola per Avezzano, dove i container saranno presi in consegna dalla Protezione Civile. Quest' ultima ne curerà il trasporto, inserendo grossi camion, occupandosi infine del montaggio. Il segnale politico è di quelli forti. Il grande gesto di sensibilità e solidarietà è da libro Cuore. Ciò rafforzerà i legami tra lo Stato Svizzero, che tramite la Città di Zurigo, ha donato i container speciali, già utilizzati per uso scolastico, e quello italiano. Alla fine dell’incontro romano, durato più di un’ora e contraddistinto dalla cordialità, il Presidente Fernando Catalano consegna la tessera ad honorem al Ministro Frattini con l’arrivederci a Rocca di Mezzo, a montaggio dei container avvenuto.
Al commiato, la delegazione pone l’accento su quanti hanno, dalla Svizzera, contribuito alla fattibilità dell’operazione container. Un sentito ringraziamento è pronunciato a favore della Catena della Solidarietà Svizzera, al Comune di Lugano, al Consolato Generale d’Italia di Zurigo, al Console Generale Mario Fridegotto ed a tutti coloro che, pur in minima ma sempre gradita parte, hanno collaborato e decideranno ancora di collaborare con l’Assoii. Un grande sorriso riempie l’aula ministeriale, mentre a poca distanza altri 200 bambini sorridono a chi ha rivolto loro un pensiero.

© Copyright 2017 All rights reserved. Webdesign by Desingo